Tale laboratorio nasce con lo scopo di rafforzare le abilità fonatorie e le abilità linguistiche di ciascun partecipante. La lingua è analizzata principalmente sotto tre aspetti: come sviluppo del pensiero logico, come strutturazione spaziale, come strutturazione temporale. Nel primo aspetto vengono presi in considerazione soprattutto la memoria e la sintesi uditiva: la prima intesa come capacità di ricordare, per un lasso di tempo, i suoni in una precisa e corretta sequenza e la seconda intesa come fusione di singoli foni appunto in un continuum fonico (parola). La riproduzione e la pronuncia dei singoli foni e successivamente delle parole, costituiscono un valido esercizio che permette all’utente di migliorare le proprie capacità fonatorio. Nel secondo aspetto si affrontano i concetti di lateralizzazione (sposta gli oggetti/destra e sinistra) e concetti topologici (dentro e fuori/aperto e chiuso/davanti e dietro/sopra e sotto). Nel terzo aspetto si analizzano i rapporti temporali, in particolare, prima e dopo e il ritmo (di colori, di forme, di immagini e di parole).

Consolidare l’orientamento spazio-temporale, consente una maggiore capacità di “muoversi” nella lettura dei testi. La soluzione di semplici cruciverba rafforza la consapevolezza negli utenti di poter “giocare” con le parole e amplia in parte il proprio lessico. Il gioco del Memory consente infine, di esercitare la memoria attraverso il riconoscimento a coppie di oggetti, mestieri, situazioni. Per lo svolgimento del laboratorio nei locali dell’associazione, ci si avvale principalmente dell’ausilio del computer. L’operatrice volontaria è laureata in lettere e ha frequentato un corso in tecnologie per l’insegnamento.